15 49.0138 8.38624 arrow 0 bullet 0 4000 1 0 horizontal http://associazionewp.it 300 4000 1
Matrimoni – Single – Lifestyle
coppia cuckold

La coppia che scotta. La guida completa per diventare Cuckold

Ci sono donne (e uomini) che tradiscono di nascosto i loro mariti o i loro compagni (le loro moglie o le loro compagne), di nascosto e senza il loro consenso. Non è il caso di cui ti parleremo in questo articolo, in cui ci dedicheremo ai casi in cui essere tradito (o tradito) diventa una...

Ci sono donne (e uomini) che tradiscono di nascosto i loro mariti o i loro compagni (le loro moglie o le loro compagne), di nascosto e senza il loro consenso. Non è il caso di cui ti parleremo in questo articolo, in cui ci dedicheremo ai casi in cui essere tradito (o tradito) diventa una vera e propria fantasia sessuale, che molte coppie scelgono di praticare: la triolagnia.

 Oltre la coppia: la triolagnia

Triolagnia è uno di quei termini difficili e altisonanti, che ricordano il linguaggio medico o legale. Eppure, triolagnia indica qualcosa di estremamente piacevole e concreto per chi è animato da certe specifiche fantasie sessuali e non ha paura di vivere una sessualità libera e alternativa.

La parola ‘triolagnia’ significa infatti, nella sua origine greca, coito, lascivia …a tre. Ma attenzione, non si tratta di un threesome: le dinamiche sessuali e la relazione di potere tra le parti coinvolte nella triolagnia sono diverse e, dal punto di vista psicologico, più specifiche di quelle del ménage à trois.

I protagonisti della triolagnia sono tre, anche in questo caso, ma con tre diversi ruoli erotici: il cuckold (abbreviato “cuck”), il bull (l’amante)e la partner (o il partner, nel caso di cuckold femminile). In molti casi l’eccitazione che deriva da una fantasia di questo tipo è tale da spingere tanti uomini (e donne) a cercare di metterla in atto: in questa guida troverai tutte le informazioni che ti servono per preparare il tuo primo incontro da cuckold, da cuckquean o – perché no? – da bull, e a vivere in piena libertà e sicurezza la tua vita da cuckold.

Scegliere di essere cuckold: volontà, libertà e rispetto

Il cuckold è il motore della triolagnia: in coppia con la moglie, la compagna, la fidanzata o una partner sessuale stabile che assuma il ruolo della fedifraga, il cuckold prova eccitazione sessuale e gode al pensiero di vederla (o vedendola) intrattenere rapporti erotici con un altro uomo, il bull.

Il termine in inglese corrente significa “cornuto” e anche nel linguaggio della pornografia viene spesso adoperato (a torto) per indicare il maschio tradito vittima di adulterio, il cornuto. Analogamente, bull (che, letteralmente, significa “toro”) è il nome con cui si indica l’amante, mentre nella coppia cuckold la donna è la moglie fedifraga.

Questi termini rischiano di fare confusione sulla natura dell’esperienza cuckold. Essere cuckold significa compiere una decisione volontaria, e l’esperienza cuckold implica il consenso e il rispetto delle preferenze di tutte le parti coinvolte – donna e bull compresi.

Il cuckold non è vittima inconsapevole del tradimento della partner, ma la incita ad avere degli amanti, a volte cercandoli attivamente per lei.

Questo è quindi il significato corretto di cuckold, che indica un certo tipo di fantasia e pratica sessuale e non il tradimento come generico evento che a volte colpisce e mette alla prova la storia d’amore di due persone. Se tua moglie (o la tua compagna) ti tradisce, non sei un cuckold: sei un cuckold se ti ecciti al pensiero che tua moglie (o la tua compagna) faccia sesso con un altro uomo. Vediamo allora in maniera approfondita perché un uomo può voler diventare cuckold.

Diventare cornuto: sottomissione

Diventare cornuto è in effetti una delle radici psicologiche principali della fantasia di alcuni cuckold, che non solo amano vedere la propria donna andare a letto con un altro.

Accettare di venire traditi – fino a desiderarlo è spesso una dimostrazione di totale sottomissione. È interessante notare che, mentre ai primi incontri e alle prime esperienze il cuck vuole quasi sempre prendere parte agli incontri della donna col bull, capita spesso che in seguito il cuckold tende a una sempre maggiore sottomissione, e invita la partner a vedersi da sola con il bull – l’amante – e a fare sesso con lui in sua assenza.

Contemporaneamente ai loro incontri, il cuck sta spesso ad immaginare il rapporto che la donna sta avendo con il bull, masturbandosi o e aspettando che lei torni a casa a raccontargli tutto. Controindicazioni? Dopo l’orgasmo, il senso di inferiorità resta al di fuori dell’esperienza sessuale. La vita da cuckold richiede una forza spirituale e una determinazione da non sottovalutare.

Il piacere dell’umiliazione

Pur cercando la sottomissione molti cuck rifiutano le umiliazioni, ma alcuni le trovano molto eccitanti. L’umiliazione è, del resto, una forma estrema di sottomissione mentale – ma legittimamente non tutti la amano e la cercano. Alcuni amano essere testimoni dell’adulterio proprio perché la considerano una forma di umiliazione, oltre che di estrema sottomissione. Altri cuck vanno più esplicitamente alla ricerca dell’umiliazione durante l’esperienza cuckold.

In questi casi, oltre a vestire i panni dell’amante, il bull si impegnerà a insultare il cuckold, svalutandolo e additandolo per sue caratteristiche fisiche o intellettuali: il bull – magari insieme alla donna, che gli darà man forte – rinfaccerà al cuckold di essere un debole, un cornuto, un perdente, un buono a nulla, o ancora di essere brutto, grasso, calvo, basso, e di avere il pene piccolo e corto, di non essere bravo a letto e di non far godere la sua compagna a sufficienza.

Il creampie è un’altra pratica diffusa nelle coppie cuckold che amano l’umiliazione. Questo termine (letteralmente “torta alla crema”) richiama in modo figurato l’eiaculazione e lo sperma, ed è utilizzato «nell’industria dell’intrattenimento per adulti per indicare la scena in cui un uomo eiacula nell’altra/o performer e poi lascia spazio alla telecamera per inquadrare da vicino lo sperma che ne fuoriesce».

Secondo le statistiche, negli ultimi anni uno dei titoli più guardati sui siti porno negli Stati Uniti è stato un creampie. Nella variante cuckold del creampie, il cuckold lecca dalle labbra della partner lo sperma del bull, per sottomettersi e umiliarsi alla potenza dell’altro uomo, da cui la sua donna è appena stata soddisfatta, ma si tratta anche una libertà che l’amante gli concede, di avvicinarsi finalmente al sesso della partner e di poterlo toccare e goderne. In casi più rari, ma sempre consensualmente, il bull sottomette il cuckold anche fisicamente, penetrandolo ed eiaculando direttamente all’interno del suo ano o della sua bocca.

Vedere la propria donna godere: proiezione

Non sempre diventare cornuto ed essere umiliato è la fonte di eccitazione del cuckold, che può trarre beneficio anche solo vedendo la sua donna godere del rapporto sessuale, pur con un altro, rimanendo osservatore esterno e senza prendervi direttamente e fisicamente parte. In questo caso è la proiezione del godimento della donna su di sé che eccita il cuckold e la sua fantasia, e che lo porta a immedesimarsi nel bull e nella sua performance erotica, appropriandosene.

Anche per questo motivo, le coppie cuckold sono tra le più affiatate e complici dal punto di vista sessuale e molto forti e resistenti dal punto di vista relazionale ed emotivo.

Il confronto con l’altro: paura e gelosia

L’incognita e l’ignoto sono una certa fonte di paura per l’essere umano, in qualsiasi situazione. Non dimentichiamo poi che ogni rapporto sessuale è unico, e che il terzo partecipante aggiunge variabili e dinamiche inaspettate, che rendono la situazione molto adrenalinica ed eccitante.

Dati questi elementi, è chiaro che l’esperienza cuckold è molto adrenalinica: nell’aspettativa del tradimento che si sta per consumare o che si sta consumando, nel timore che accompagna la gelosia, si produce un mix di paura ed eccitazione che possono portare a un godimento molto intenso, in base alle fantasie e alle preferenze del singolo.

Ad esempio, il divieto di raggiungere l’orgasmo – impartito dalla partner o dal bull – può portare a un misto di paura e desiderio e a un piacere davvero intenso. Altre volte ad eccitare il cuckold è proprio l’ansia che l’amante faccia godere la partner più di quanto lui non abbia mai saputo fare.

Il piacere di essere guardone: voyeurismo

Benché talvolta venga considerato un aspetto secondario dell’esperienza cuckold, non si può sottovalutarlo: guardare due persone che fanno sesso è istintivamente eccitante, perché i nostri neuroni specchio si attivano e ci permettono di immedesimarci nell’esperienza, mentre la fantasia amplifica l’eccitazione. Ecco spiegato il bello della pornografia, col plus che il cuckold sta nella posizione di spettatore privilegiato, e si gode lo spettacolo dal vivo.

In tutti questi i casi, il cuckold, eccitato dalla fantasia (e dalla sua realizzazione) che la sua partner soddisfi e sia soddisfatta da un altro uomo, vorrà tradurre la fantasia da immagine mentale a fisica: per questo, in modo del tutto consapevole e volontario, l’aspirante cuckold chiede alla sua compagna di darsi alla triolagnia e cercherà un bull che li aiuti a realizzare questo tipo di rapporto a tre.

Diventare cuckold: come iniziare

Dopo l’analisi psicologica, veniamo ora alla parte pratica della faccenda. Figurandoti uno scenario di coppia cuckold con la tua partner, senti di essere attratto da questo tipo di esperienza e provi eccitazione e sei tentato di rendere realtà questa fantasia: vediamo quali sono i passi per arrivare a realizzare il tuo desiderio.

Rifletti e informati sui forum del settore

Molti cuckold dicono di non aver mai avuto idea che questo tipo di esperienza erotica li potesse eccitare fino a che la loro compagna non ha fatto apprezzamenti su un altro uomo, o ha riferito di avance ricevuta da altri uomini. L’eccitazione in situazioni come queste è il primo segnale del tuo desiderio cuckold, ma non è abbastanza per buttarti subito nella tua prima esperienza.

Per realizzare la tua fantasia di cuckold, devi fare mente locale e capire bene quali sono le implicazioni del caso. Sei pronto a vedere la tua partner soddisfare o venire soddisfatta da un altro uomo? Misura la tua reazione prima di contattare il bull e organizzare un incontro a tre.

Se sei eccitato, vai avanti e metti a punto luogo e data dell’incontro. Se sei eccitato ma titubante, rifletti e informati. Per questo ci sono numerosi forum che possono aiutarti a valutare le possibili implicazioni psicologiche ed emotive di diventare cuckold: ad esempio, vorresti praticarlo con la tua compagna di vita, o con tua moglie, ma temi la gelosia?

Non sai come rivelare la tua fantasia di coppia cuckold alla tua donna, e hai paura che non le vada di sperimentare? Sui vari forum troverai sicuramente qualcuno che ha vissuto la tua stessa situazione, e potrai confrontarti leggendo il suo racconto o contattandolo direttamente in prima persona.

Hai paura che non ti piaccia? È il prezzo della novità, quello che la rende ancor più attrattiva e misteriosa. Farti un’idea leggendo sui forum le storie di chi ha già provato l’esperienza ti aiuterà ad approcciare in maniera più serena la tua prima volta da cuckold. Ecco alcuni forum dedicati al tema su cui puoi cercare le informazioni di cui hai bisogno.

Alla ricerca del bull sui siti di incontri specializzati

Per diventare cuckold, oltre alla propria partner, serve un bull, ma trovarne uno non è sempre facile. Nel proprio circolo di conoscenze e amici può risultare imbarazzante esprimere pubblicamente le proprie preferenze sessuali, specialmente se alternative rispetto agli standard più tipici e diffusi, per la paura di essere giudicati e non trovare altro che biasimo e bigottismo.

Benché parlare con gli amici dei propri dubbi o delle proprie preferenze per inquadrarle meglio risulti sempre utile e possa portare sicurezza di sé al cuckold alle prime armi, coinvolgere un amico – anche aperto alle nuove esperienze e di ampie vedute nel rapporto a tre di trisolagnia non è la scelta ottimale.

La psicologia è, anche in questo caso, la protagonista: ancora una volta, paranoie, inutili gelosie o un senso di competizione, o l’ansia da prestazione possono deteriorare la serenità dell’esperienza erotica o addirittura il rapporto d’amicizia. Certo ci sono casi in cui chiedere a un amico di soddisfare la propria donna, in propria presenza, può portare al godimento gioioso di tutte e tre le parti coinvolte, ma spesso capita che – fuori dalla dinamica meramente erotica del rapporto – insorgano in seguito tensioni e gelosie.

Per questo, è consigliato che il cuckold cerchi il bull per la sua partner o sua moglie su siti di incontri specializzati, come ad esempio https://coppiacuckold.net/ ma su internet se ne trovano in abbondanza grazie alla diffusione sempre più pervasiva della triolagnia.

Su questi siti uomini con la fantasia di far godere una donna di fronte al suo partner (magari, a suo marito, il “cornuto”) si mettono a disposizione come terzo giocatore per un incontro a tre, ma tu stesso puoi iscriverti e creare un profilo per la ricerca attiva di bull pronti a soddisfare le tue esigenze erotiche personali e di coppia.

Donne e cuckold

Molti cuckold suggeriscono per anni ed anni alla loro moglie o alla loro compagna di fare sesso con un altro uomo. Spesso capita che la proposta alle donne non piaccia, ma ci sono anche donne più aperte, che accettano di darsi al cuckold. Mentre alcune lo fanno solo per venire incontro alle esigenze del marito, altre ne sono entusiaste perché si sentono loro stesse insoddisfatte del sesso “vanilla”.

Inoltre, per quelle donne che hanno avuto poche esperienze prima di aver incontrato il compagno o il marito, può essere un buon modo per soddisfare la curiosità e la sete di novità, e incontrare nuovi partner sessuali.

Ancora, c’è il caso in cui sia proprio la tua donna a nutrire per sé stessa fantasie cuckold e a desiderare che tu vada a letto con un’altra. Vediamo allora come arrivare all’esperienza cuckold con la tua compagna, e come proporle di sperimentarla insieme.

Le possibili titubanze della donna

È comunque importante ricordare che ognuno di noi ha delle preferenze sessuali ben definite: ciascuno di noi è un essere libero di autodeterminarsi, e questa libertà va rispettata in noi stessi e negli altri. A volte siamo disposti a sperimentare alcune pratiche, e mentre alcune fantasie non vediamo l’ora di realizzarle, altre esperienze non siamo proprio disposti a provarle. Se per la tua compagna il cuckold è un grande e risoluto no, non devi insistere.

Ci sono però alcuni casi – ne abbiamo individuati tre – in cui i motivi di rifiuto sono esterni all’esperienza cuckold, e sono meramente psicologici. Il primo è il timore della donna che il rapporto possa rovinarsi o deteriorarsi, principalmente per la gelosia che potrebbe instillarsi nel compagno che aspira al cuckold.

Il secondo motivo è il sospetto: sentendosi indotta a farsi l’amante, la donna tende a temere, ipotizzare e convincersi che tu abbia già un’amante e sia alla ricerca di una scusa per giustificarti.

Abbiamo già visto che il tradimento non consensuale non ha niente a che vedere con la triolagnia, ma le dinamiche psicologiche vanno spesso oltre le categorizzazioni e sono difficili da gestire. Il tema del tradimento è molto delicato, e devi fare attenzione a non ferire la tua lei. Anche il terzo motivo affonda le sue radici nella psicologia: alcune donne possono rifiutare l’esperienza di coppia cuckold perché insicure del proprio aspetto, e temono di non essere attraenti agli occhi di un altro uomo che non sia tu.

Attenzione e cura dell’altro

Proponendo alla tua compagna di vivere questa nuova esperienza insieme, dovrai monitorare le sue reazioni con estrema attenzione, fino ai minimi dettagli: non si sa mai che acconsenta solo per volerti compiacere, o viceversa dica di no istintivamente ma sia sotto sotto interessata al nuovo gioco che le proponi, e a fare sesso con un altro uomo. Non dimenticare che anche per la donna indotta al rapporto con il bull può non essere facile lasciarsi andare: mentalmente, non è facile separare l’esperienza cuckold dal tradimento vero e proprio.

Del resto, la tua esigenza di provare il cuckold può sembrarle superflua: se lei stessa non è già amante del cuckold, o se è la prima volta che sente parlare della pratica, o se è completamente soddisfatta dalle vostre performance erotiche, può faticare a comprendere perché dovrebbe aprirsi a una proposta del genere.

Anche durante i vostri incontri a tre col bull, potrebbe risultarle difficile lasciarsi andare di fronte a te, e in casi estremi potrebbe non riuscire a eccitarsi e a trarre piacere dalla situazione. In questi casi, è importante che tu le comunichi e le mostri – con parole o con gesti – quanto ti ecciti vederla a letto con un altro uomo, toccandoti con foga e masturbandoti di fronte a lei o incitandola e pregandola di continuare.

Lo stesso vale per i casi in cui la tua donna incontrerà il bull in autonomia: accoglila a casa con amore, e falle vedere quanto sei grato che lei abbia compiuto per te il gesto di fare sesso con un altro uomo.

Cuckold femminile: la cuckquean

Non tutte le donne detestano essere tradite: esistono donne cuckold, eccitate dalla fantasia di essere tradite. La versione femminile del cuckold è la cuckquean (anche detta reverse cuckold): questo termine indica la donna che, consapevole dell’attività sessuale fedifraga o extraconiugale del marito o più in generale del partner, ne trae piacere e godimento, arrivando anche a incoraggiarla.

La cuckquean ama vedere il partner fare sesso con un’altra donna o con qualcun altro in generale, anche uomo o trans, in base alle preferenze del compagno.

Come detto per il cuckold, l’umiliazione può essere – e lo è in molti casi – la base psicologica principale dell’eccitazione e del piacere sessuale della cuckquean. È bene notare – come per la versione maschile – che all’interno di questa versione di triolagnia la cuckquean assume spesso il ruolo di sottomessa, e viene coinvolta nel rapporto a tre solo quando il suo uomo o l’amante di lui glielo permettono, ma le varianti sono molteplici.

A volte l’uomo e le sue amanti (o i suoi amanti, se bisessuale) trattano la cuckquean con affetto, viziandola e riempiendola di attenzioni, altre volte viene ignorata e lasciata da parte a guardare, altre ancora viene umiliata attivamente, costringendola a compiere gesti degradanti e trattandola da vera e propria cornuta.

Ricapitolando, i passi più importanti per diventare cuckold sono le fasi di riflessione e decisione, la ricerca di informazioni e la ricerca di un bull.

Che tu sia uomo o donna, qualsiasi sia il tuo ruolo nella coppia cuckold o nella dinamica di triolagnia è importante che tu sia consapevole della tua decisione e che ti sia assicurato o assicurata che tutti i partecipanti non abbiano voglia d’altro che di sperimentazione, divertimento e godimento libero e sfrenato.